Ottima performance del Black Flag Motorsport, al Misano World Circuit Marco Simoncelli, per il round di boa del Campionato Italiano Velocità.
La squadra di Mathia Beatrizzotti e Andrea Tanzi si conferma tra i team migliori del weekend e mantiene la leadership del National Trophy 600 con Roberto Farinelli, mentre nella categoria Superbike del CIV debutta nella Racing Night con Samuele Cavalieri con un buon “buona la prima”.

SBK: OTTIMO INIZIO PER CAVALIERI
Dopo 4 mesi di stop per l’infortunio pre stagione, finalmente Samuele Cavalieri riacquista il sapore della pista e mette a segno subito un weekend positivo ed in netta crescita. Dal punto di vista tecnico, Cavalieri ha ritrovato la Ninja ZX-10 RR con moltissimi aggiornamenti tecnici: dalla distribuzione pesi alla posizione del pilota, per finire con un importante aggiornamento sulle strategie di controllo motore e gestione elettronica, frutto della stretta collaborazione tra i nostri tecnici e Kawasaki. A Misano l’alfiere #76 si è concentrato sul riprendere gli automatismi della pista e l’intensità del weekend di gara per poi debuttare nel primo turno di notturna il giovedì sera (ripreso dal CIV a questo link). A causa della pioggia la seconda uscita in notturna viene cancellata e dopo un’ottima qualifica, che lo ha visto conquistare il tredicesimo crono in 1’37.446s il sabato mattina, è tempo della Racing Night scattata alle ore 21:35 in una atmosfera magica ma senza riferimenti archiviati su cui impostare una strategia di gara. Buona la prima per lui che mantiene la posizione fino a traguardo. Nella seconda gara del weekend, scattata domenica pomeriggio, Cavalieri scatta subito bene sotto il sole cocente di Misano, indubbiamente più sicuro del suo potenziale sulla moto impostando un buon ritmo e velocità che gli ha consentito di conquistare l’ottava posizione. Ottimo primo weekend di gara per lui, alla sua prima gara della stagione e al debutto in questo nuovo progetto Superbike – Kawasaki, in un round con una griglia particolarmente rinfoltita di grandi nomi come la presenza di Simone Corsi, pilota del Motomondiale.

NT600: PODIO PER FARINELLI E MARCHELUZZO, LEADERSHIP DEL CAMPIONATO SALVA
Il National Trophy 600 si preannunciava “infuocato” sia per le temperature elevate che per il livello di sfida in pista e così è stato. Roberto Farinelli e Marco Marcheluzzo per l’intero weekend hanno migliorato le loro performance turno dopo turno. Entrambi si sono conquistati il riferimento di più veloci del primo settore del tracciato ed entrambi hanno svolto un’ottimo lavoro di squadra al fine di preparare un’ottimo weekend di gara. In qualifica Farinelli conquista il secondo crono con 1’39.110s mentre Marcheluzzo si aggiudica il terzo tempo in 1’39.362s. In gara i due scattano velocissimi e si portano in testa, salvo poi per qualche errorino fare gruppo a se per la lotta del secondo posto sul podio. Con grande fairplay e stima reciproca, accendono l’ultima parte di gara con sorpassi e controsorpassi per finire sul traguardo secondo e terzo, fotocopia delle posizioni in griglia. Farinelli con questo risultato mantiene la sua posizione di capo classifica a solo 8 punti dal primo inseguitore. In classifica di Campionato, Marcheluzzo si conferma al terzo posto ora a 69 punti sui 90 del compagno di squadra.

Andrea Tanzi: ”È stato un buon weekend di gara. Nel National Trophy 600 ci aspettavamo di più dalla gara sulla base dei turni precedenti dove avevamo segnato un ottimo passo gara per la vittoria. Nonostante la mancata vittoria, i nostri alfieri hanno incasellato una gara veramente di alto livello con riferimenti cronometrici (come avevamo già visto al Mugello) da livello del CIV, quindi siamo molto contenti dal punto di vista delle performance. I ragazzi hanno dimostrato non solo il loro potenziale, ma anche quello di tutto il pacchetto Kawasaki-Squadra. Siamo molto felici di poter mantenere la leadership con Farinelli ed aver consolidato il terzo posto in campionato con Marcheluzzo. In SBK questo è stato il primo weekend di gara con il nostro pilota ufficiale al rientro dopo 4 mesi di stop. È stato bello ritrovarlo, ancora di più in un round come questo con la racing night. Diciamo che il nostro campionato parte ufficialmente da qui. Siamo rimasti notevolmente contenti del fine settimana e dell’approccio che avuto Samuele in pista. Abbiamo lavorato e si è creata un’ottima sinergia di squadra. Samuele non aveva mai corso in notturna e per lui è stata la primissima gara della stagione, in gara2 ha sicuramente dimostrato meglio il suo potenziale ed è riuscito a cogliere un fiducioso ottavo posto con un gap minore dai primi rispetto gara1. Ora lavoreremo per riuscire a cucirgli sempre di più la moto addosso e ci prepareremo per dei test pre Mugello in ottica del penultimo round della stagione. Il Mugello sarà effettivamente la gara di rientro di Samuele con più riferimenti, questa di Misano è stata sicuramente più una gara test anche per capire il suo livello fisico.”

Samuele Cavalieri: “È stato bello ritornare alle gare, non vedevo l’ora! Dopo così tanti mesi di stop, non sapevo cosa aspettarmi da questo weekend. La riabilitazione è stata lunga, sono stati 4 mesi tribolati, ed è stato un buon test per capire il mio livello fisico. Sicuramente non sono ancora al 100% ma abbiamo fatto un ottimo lavoro e sono soddisfatto di questa prima gara di rientro. È stato un weekend in crescendo e la racing night ha contribuito a rendere il tutto un po’ più speciale. Non avevo mai corso in notturna prima di questo round ed è stato molto bello anche se avevamo pochi riferimenti per la cancellazione del turno del venerdì ed alcuni problemi che abbiamo avuto giovedì. Non è stato facile correre di notte, però giro dopo giro sono riuscito ad acquisire più fiducia e sono riuscito ad impostare il mio ritmo. Grazie a gara1 ho avuto i primi riferimenti della moto sulla distanza gara che abbiamo subito preso in considerazione ed implementato per gara2. Sono scattato bene e ho subito recuperato posizioni. Sono riuscito ad essere molto più costante e sono riuscito ad accorciare notevolmente il gap con gli altri. Abbiamo ancora molto da lavorare ma devo dire che ho trovato la Ninja ZX-10 RR nettamente migliorata soprattutto di elettronica e ciclistica e sono fiducioso nel poter potare avanti un progetto così bello e ambizioso. Ora testa bassa e lavoriamo per la prossima gara.”

Roberto Farinelli: “È stato un weekend fantastico, non mi sono mai sentito così bene e ho guidato come non ho mai fatto prima. Non siamo riusciti a centrare la pole ma per noi non era importante perché abbiamo fatto un ottimo crono e l’importante per noi era partire in prima fila. Purtroppo in gara non sono riuscito a sentire lo stesso feeling che avevo con la moto nei turni precedenti. Prima di scendere in pista ho fatto una scelta un po’ diversa dalle prove che mi ha permesso di stare li davanti ma che non mi dava la stessa fiducia di prima. Mi dispiace per aver commesso qualche errorino di troppo nei primi 2-3 giri costandomi la vittoria. Ho faticato più di quanto mi aspettassi in gara e più di così oggi non sarei riuscito a fare quindi buon secondo posto, anche se non è la vittoria, e sono contento di aver mantenuto la leadership del campionato. Da sottolineare la bella battaglia negli ultimi giri con il mio compagno di squadra che mi ha molto divertito. Tra noi c’è un bel clima, ci rispettiamo e ci confrontiamo in maniera pulita in gara. Complimenti anche a lui per il podio.”

Marco Marcheluzzo: “È stato un weekend di gara in crescendo e oggi, in gara, la moto è stata veramente performante rispetto a ieri e ho avuto notevole fiducia in più. Durante gli ultimi giri di gara ho duellato con il mio compagno di squadra per il secondo gradino del podio e devo dire che ci siamo rispettati molto in pista. Quando ero veloce io sono passato davanti, quando lo è stato lui mi ha restituito il sorpasso in maniera molto pulita. Negli ultimi km non ce l’ho fatta a mantenere il mio ritmo e sono soddisfatto del podio. In questo weekend di gara ho battuti tutti i miei record e devo ringraziare la squadra per questo. Guardiamo al prossimo round con fiducia.”

Round 4 Misano 2022
Round 4 Misano 2022
Round 4 Misano 2022

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi