Ottimo inizio di stagione per il Black Flag Motorsport che, al Misano World Circuit Marco Simoncelli, centra la doppietta con Roberto Farinelli e Marco Marcheluzzo nel National Trophy 600.
Weekend positivo anche per quanto riguarda il debutto nella categoria Superbike del Campionato Italiano Velocità con due TOP10 conquistate dal sostituto Sheridan Morais.

Nel National Tropy 600 il team, diretto da Mathia Beatrizzotti e Andrea Tanzi, raccoglie alla prima di campionato la vittoria ed il giro veloce con Roberto Farinelli, neo arrivato, ed il secondo posto con Marco Marcheluzzo.
I due alfieri Kawasaki hanno sfruttato bene la prima fila, conquistata nella giornata di sabato, e hanno dominato per l’intera manche. Nonostante le condizioni miste della pista, a causa della pioggia appena caduta sul circuito, Farinelli e Marcheluzzo hanno amministrato strategicamente la competizione, con il portacolori n°211 che ha preso la testa della corsa ad un paio di giri dallo start.
A causa di un errore che poteva costargli un highside, Marcheluzzo all’ultimo giro perde il vantaggio accumulato sul suo compagno di squadra a favore di quest’ultimo. È infatti Roberto Farinelli, anche lui velocissimo fino a quel momento, a portarsi in testa alla corsa a poche tornate dalla bandiera a scacchi e a regalare la prima vittoria della stagione al Black Flag Motorsport.

In Superbike, la compagine di Parma ha sfruttato tutta l’esperienza di Sheridan Morais, conquistando due ottime top ten ed importanti progressi negli stadi di avanzamento del nuovo progetto. Nonostante i pochi turni svolti su pista asciutta, le indicazioni di Morais hanno permesso miglioramenti significativi ad ogni turno e dati importanti da archiviare a fine weekend. Il team di Mathia Beatrizzotti e Andrea Tanzi firma così il settimo ed il nono posto a traguardo al debutto assoluto in categoria.

L’entusiasmo in casa Black Flag Motorsport è significativo e la nuova struttura ha superato a pieni voti la prima di campionato, consentendo di guardare con fiducia le prossime manche a venire.

Mathia Beatrizzotti – Team Principal: “Il weekend di gara è andato meravigliosamente. Siamo partiti dalla prima fila con entrambi i nostri piloti del National Trophy 600 e siamo orgogliosi di come hanno condotto strategicamente una manche di difficile interpretazione. Ci siamo portati a casa il primo, il secondo e anche il giro veloce in gara. Siamo molto felici dell’armonia presente in squadra e del lavoro fantastico di tutti i membri del team. Per quanto riguarda la Superbike, i ringraziamenti sono doverosi a Kawasaki ed a Sheridan Morais per averci permesso di poter disputare questo weekend (malgrado l’infortunio di Cavalieri). Nonostante i pochi turni svolti su pista asciutta, i progressi della moto e del pilota sono stati importanti turno dopo turno. Il lavoro di sviluppo è stato significativo e siamo riusciti a   conquistare due top10. In gara2, purtroppo, abbiamo avuto un problema con il pneumatico posteriore che ha rallentato molto la la rimonta di Sheridan. Un vero peccato perché avevamo fatto ulteriori step e potevamo giocarci posizioni migliori. Ringrazio tutti gli sponsor ed i nostri partner tecnici per supportarci e seguirci durante la stagione.”

Cristiano Manchiero – Kawasaki Italia: “È stato un weekend positivo e siamo contenti di aver avuto Sheridan Morais con noi, è stato un’ottimo sostituto e ha contribuito notevolmente al lavoro di sviluppo della moto che è la nostra priorità. Ovviamente il pensiero va anche a Samuele Cavalieri che speriamo di vederlo presto in pista per continuare il lavoro interrotto che stavamo iniziando a fare. Confidiamo molto in lui e non vediamo l’ora di averlo con noi.”

Sheridan Morais – pilota SBK: “La mia esperienza al CIV è stata fantastica. È stato tutto molto veloce dalla chiamata a pochi giorni dalla gara all’essere qui presente per sostituire il loro pilota infortunato. Oggi in gara2 avevo davvero un ottimo feeling ad inizio gara ed ero molto fiducioso perché abbiamo lavorato bene e ci siamo migliorati ad ogni turno. Ho cercato di svincolarmi dal traffico ma dopo pochi giri abbiamo avuto un problema col pneumatico posteriore che ci ha tolto dalla corsa alla top5, chiudendo con un settimo posto in gara1 ed un nono in gara2. Sono molto felice di aver potuto cogliere questa opportunità offertami da Kawasaki e dal Team che ringrazio molto. L’atmosfera che si respira in box e nel paddock italiano è magnifica, c’è molto entusiasmo, molti sorridi e molta amicizia. Mi sono sentito a casa.”

Marco Marcheluzzo – pilota NT600: “La gara è stata una bella gara. Siamo partiti un po’ sulle uova perché il primo settore era molto difficoltoso per l’acqua presente in pista, però abbiamo visto fin da subito che si poteva provare a dosare un po’ e a due giri dallo start mi sono portato in testa. Ho condotto l’intera gara, ma un errore all’ultimo giro che mi stava costando un highside mi ha fatto perdere tutto il vantaggio che avevo accumulato e giustamente il mio compagno di squadra ne ha approfittato, anche lui velocissimo fino a quel momento. Complimenti a lui, complimenti alla squadra e al prossimo round ci riproviamo.”

Roberto Farinelli – pilota NT600: “La gara è andata bene. Sono molto contento della vittoria, è un risultato importante per me e per il team alla nostra prima stagione insieme. È stata una gara piuttosto difficile per le condizioni miste della pista, ma siamo riusciti a sfruttare bene la nostra prima fila e stare davanti. Gli avversari sono stati veramente tosti e abbiamo fatto una manche tutti molto vicini. Purtroppo ho fatto qualche errorino di troppo, per quanto mi riguarda, ma sono riuscito a star lì in testa e non perdere terreno. Sono riuscito ad attaccare all’ultimo giro e questo mi è valso la vittoria. Ringrazio la squadra, gli sponsor e faccio i complimenti al mio teammate per la bellissima gara insieme.”

Round1 Misano
Round1 Misano
Round1 Misano

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi