All’Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga si è chiusa la stagione 2021 del Campionato Italiano Velocità. Tante sono state le emozioni per il team Black Flag Motorsport che, sul tracciato romano, ha lottato fino all’ultimo per il campionato e ha presentato, con grande entusiasmo da parte di tutti, l’incredibile progetto di riportare Kawasaki Italia nella Superbike del CIV.

In Supersport 600, Edoardo Sintoni ha riconfermato la sua grandissima crescita, maturata durante la stagione, con un ottavo posto e la top ten finale in classifica di campionato. Il weekend per l’alfiere di Ravenna è partito subito in positivo con ottimi riscontri cronometrici, frutto di una Kawasaki molto performante sempre in vetta tra le prime velocità della categoria. Purtroppo a causa di una scivolata durante il turno di qualifiche2, dalla ottava posizione provvisoria in griglia Sintoni scivola in sedicesima piazza, preparandosi a due manche in rimonta. In gara1 risale fino alla undicesima posizione, facendo segnare il suo giro veloce al 13esimo passaggio sui 18 in programma, evidenziando la sua volontà di ridurre il gap con gli avversari e la sua incredibile grinta nella sua seconda parte di gara. Domenica in gara2 scatta meglio e recupera molte posizioni, portandosi a ridosso della top5 in una manche combattutissima fino alla fine. Taglia il traguardo in ottava posizione sotto alla bandiera a scacchi, chiudendo una stagione in crescendo e molto positiva.

La compagine di Parma a Vallelunga si è giocata fino alla fine il titolo tricolore del National Trophy 600 con Marco Marcheluzzo. In un weekend partito in salita, anche l’alfiere veneto è costretto alla preparazione di due gare in rimonta, determinanti al fine del campionato. Dalla quindicesima casella in griglia di partenza, Marco da il tutto e per tutto per rimontare e attaccare la leadership del Trofeo. Con grande grinta e determinazione chiude gara1 in quarta posizione, della classifica dedicata, e in gara2 in quinta piazza. Risultati che purtroppo gli fanno sfumare il titolo ma che gli confermano il terzo posto in classifica. Ricordiamo che il binomio Marcheluzzo-Black Flag è stato leader della classifica durante l’intera prima parte del campionato, e che Marcheluzzo ha subito un forte intervento agli avambracci a causa della sindrome compartimentale che a metà stagione è diventata così forte da fargli compromettere qualche manche. Un ottimo risultato in classifica quello della terza posizione che conferma Marcheluzzo-Black Flag tra le squadre da battere.

Sotto il profilo tecnico il team di Mathia Beatrizzotti e di Andrea Tanzi ha sempre dato prova di alte prestazioni collezionando in entrambe le categorie più volte la top speed in pista ed il ruolo di miglior Kawasaki a traguardo. La squadra di Parma è supportata da Bitubo e Dunlop per lo sviluppo della ciclistica e dei pneumatici, da Protan che si occupa della preparazione dei motori e dello sviluppo delle moto presso la sede del team, e da Spider, Spark, Sin Lubit e Bike Lift.

Edoardo Sintoni – pilota 30: “Il weekend è andato molto bene, peccato per la caduta in Q2 che non mi ha permesso un buon piazzamento in griglia. In gara1 avevamo un po’ di difficoltà, mentre sono molto contento per gara2 perché siamo riusciti a preparare la moto al massimo e a fare una bella rimonta dalla P16 alla P8. È stata una stagione tosta, ma sono felice per il costante progresso che abbiamo fatto gara dopo gara, e per questo devo ringraziare il mio team, che mi ha aiutato in tutte le condizioni dandomi una moto sempre competitiva. Ringrazio tanto tutti gli sponsor per aver creduto in me e la mia famiglia che mi sostiene sempre.”

Marco Marcheluzzo – pilota 211: “È stata una stagione eccezionale resa possibile dal team che non ne ha sbagliata una. Purtroppo qualche indecisione non ci ha permesso di raggiungere il podio in tutti gli autodromi e di conseguenza non siamo riusciti ad arrivare oltre il terzo posto in campionato. Sono davvero molto soddisfatto del lavoro svolto e pronto a riprovarci il prossimo anno. Ringrazio tutti gli sponsor, il team e tutti quelli che mi hanno supportato.”

Andrea Tanzi parla della stagione: “È stata una stagione positiva perché ci siamo trovati al via 2021 a schierare due piloti in due campionati. Uno dei nostri obiettivi prefissati era la lotta per il titolo del National con Marco Marcheluzzo e ci siamo contesi il titolo fino a quest’ultima gara. Possiamo ritenerci soddisfatti non solo per il terzo posto, ma anche per essere stati leader del campionato fino a metà stagione. Un altro dei nostri obiettivi, per la stagione, era quello di far crescere una giovane promessa del motociclismo, ovvero Edoardo Sintoni con cui lavoriamo già da diversi anni per cercare di portarlo ad alti livelli. Devo diche che nell’ultima fase del campionato ci siamo riusciti, c’è mancato quel pizzico di fortuna in più e quel pizzico di esperienza per poter veramente lottare per il podio, ma siamo molto soddisfatti ed orgoglioso della grande crescita maturata e del lavoro svolto. Ci tengo a ringraziare tutti gli sponsor e tutto il nostro staff per l’impegno, la passione ed il lavoro svolto durante l’intero arco della stagione per mettere a disposizione dei mezzi eccellenti per i nostri piloti. E lo abbiamo dimostrato gara per gara le prestazioni delle nostre moto, sono veramente competitive e siamo molto contenti di questo.” E aggiunge parlando nello specifico dell’ultimo round: “Parlando invece del weekend di gara conclusivo a Vallelunga, è iniziato sottotono e non secondo i nostri auspici nel National 600. Abbiamo faticato fin dalle prime libere a trovare il giusto feeling tra Marco e la moto e questo ci ha portato ad arrivare alla gara in una posizione che non ci rispecchiava. Partire così indietro ha fatto perdere molto tempo a Marco a risalire la classifica e ci siamo lasciati sfuggire la lotta al titolo. In gara2 abbiamo lottato per mantenere la posizione e abbiamo chiuso terzi in campionato in un anno molto intenso. Ci teniamo particolarmente a ringraziare Marco per aver lottato fino all’ultimo. Per quanto riguarda Edoardo Sintoni, invece, è stato un weekend che è partito subito con i migliori auspici. Edo nell’ultima parte della stagione aveva dato prova di aver trovato un giusto bilanciamento tra condizione mentale e condizione di guida che lo ha portato, anche in questo weekend, a far segnare subito tempi molto interessante rimanendo sempre nella parte alta della classifica, a prova del nostro potenziale. Purtroppo, in qualifica2 una scivolata lo toglie dal tentativo di migliorare il tempo e siamo stati costretti a partire indietro dalla sedicesima posizione, aspettandoci due manche in rimonta. Edo ha recuperato molto bene e ha dimostrato di essere molto veloce, facendo segnare più volte durante il weekend la prima velocità in pista con la nostra Kawasaki. Siamo davvero molto contenti del suo percorso di crescita e questa è un’ottima base di partenza per il 2022. Il 2022 si prospetta un anno molto entusiasmante e intenso con la nostra partecipazione ed esordio in griglia SBK. Speriamo di concludere tutte le trattative per la prossima stagione per prepararci al meglio.”

Ultimo Round Vallelunga 2021
Ultimo Round Vallelunga 2021
Ultimo Round Vallelunga 2021

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi